Una società di Calcio a 5 entra nella struttura senza alcun atto amministrativo, ma solo con un visto su una richiesta, violando il Regolamento per l’affidamento in concessione d’uso degli impianti sportivi comunali

Palestra comunale di Santa Maria di Licodia nuovamente operativa. Fin qui nulla di strano, anzi un segno di ritorno alla normalità dopo la pausa lockdown, se non fosse che la squadra di calcio a 5 che da lunedì scorso, 31 agosto, ne ha preso possesso, è entrata nella struttura in palese violazione del “Regolamento per l’affidamento in concessione d’uso degli impianti sportivi comunali” che esclude l’affidamento diretto. Venerdì scorso 28 agosto, l’associazione “Quei bravi ragazzi” ha protocollato una richiesta di utilizzo della struttura sportiva; lunedì, l’ingresso all’interno dell’impianto da parte dell’Asd Santa Maria Di Licodia Calcio a 5 che è pure un’associazione diversa da quella che ne ha chiesto l’utilizzo.

Un fatto in netto contrasto con il regolamento comunale che, per l’utilizzo, prevede un bando (per la cronaca l’avviso rivolto alle società sportive è uscito stamattina) con caratteristiche ben delineate per i soggetti fruitori ed il rispetto di una serie di norme. All’associazione sono state addirittura consegnate le chiavi della struttura, altra anomalia nell’anomalia, in quanto l’apertura dovrebbe essere curata da un dipendente comunale. Uno di punti cruciali di questa strana vicenda riguarda l’assicurazione: se qualcuno si fa male nella struttura non ne è coperto.

La squadra ha svolto tutto alla luce del sole, pubblicando sui social anche il video di un allenamento all’interno della palestra, segno evidente che i dirigenti ritengono di aver agito legittimamente. Inspiegabile appare l’atteggiamento dell’amministrazione comunale che, per come ha agito, dimostra di sconoscere il regolamento comunaleE a chiedere l’utilizzo del palazzetto vi sono anche altre associazioni che hanno già presentato una istanza al momento senza risposta e, come detto, solo stamattina, sull’Albo pretorio del Comune di Santa Maria di Licodia, sono stati pubblicati l’Avviso di concessione in uso del campo di calcetto e della palestra siti in via Gino Bartali, e l’Avviso di concessione in uso del campi da tennis e degli annessi spogliatoi dell’adiacente campo sportivo siti in via Gino Bartali, 3. 

Abbiamo chiesto all’assessore allo Sport del Comune di Santa Maria di Licodia, Mariella Spalletta, di spiegare la procedura che ha consentito all’Asd Santa Maria Di Licodia Calcio a 5 di utilizzare la struttura. L’assessore Spalletta ci ha recapitato la seguente nota: «Avendo la delega allo Sport ho pensato di realizzare, con il sostegno dell’amministrazione e dell’ufficio, un bando per affidare gli impianti sportivi.  Questo per dare l’opportunità a tutti i licodiesi di fruirne e realizzare il sogno di tutta la comunità, ovvero quello di creare un polo sportivo efficiente. Il bando è stato pubblicato poche ore fa e scadrà fra 30 giorni. Per adesso sono stati affidati, per UN MESE, a un’associazione che ne ha fatto richiesta  e che  di sua iniziativa ha ripulito l’area».

(Ha collaborato Luca Crispi)

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #impianti sportivi #mariella spalletta #palestra comunale #regolamento impianti sportivi #Santa Maria di Licodia #Ultime notizie