La discussione approderà in aula venerdì mattina

Sembrerebbe muoversi qualcosa, seppur timidamente, dai banchi dell’opposizione del Consiglio comunale a Santa Maria di Licodia. È stata presentata infatti negli scorsi giorni, dal gruppo consiliare “Unione Licodiese”, un’interpellanza  – indirizzata al presidente del consiglio Giovanni Buttò, al sindaco Salvatore Mastroianni, al Comandante della Polizia Municipale e al Segretario comunale – avente per oggetto il “Ripristino delle aree verdi e dell’area gioco con messa in sicurezza delle aree pericolanti, dei pali dell’energia elettrica e dei bagni pubblici della villa comunale Belvedere”.

L’interpellanza nasce, si legge nel documento protocollato, “per dare voce ad un disagio che colpisce gran parte della popolazione” che difficilmente in queste ultime settimane ha accettato lo stato di abbandono della villa, pubblicando sui social diversi reportage di uno sfacelo diffuso. Una ragazza licodiese, ha anche proposto una petizione online per raccogliere delle firme che possano smuovere le acque stagnanti di un degrado che si protrae ormai da anni. I consiglieri, quindi, attraverso il documento, chiedono all’amministrazione quali provvedimenti sono stati assunti o si intendono assumere per la soluzione del problema e quali i tempi di intervento. L’interpellanza, insieme ad altri punti messi all’ordine del giorno, sarà discussa venerdi 29 marzo alle 9.30 all’interno della sala consiliare licodiese.

 

 

Hashtags #belevedere #Consiglio Comunale #interpellanza #Santa Maria di Licodia #Ultime notizie #villa belvedere