L’iniziativa è stata finanziata attraverso il bilancio partecipativo 2019, su proposta dell’associazione “Porgi l’altra zampa”

È stato presentato questa mattina all’interno del palazzo di città di Santa Maria di Licodia da parte dell’amministrazione comuanle, il progetto che prevede la realizzazione di un’area di sgambamento  per cani sul territorio comunale. L’area interessata dai lavori, che dovrebbero partire già a fine mese, è quella di via Caduti di via Fani poco distante da via Aldo Moro su un’area di circa 970 metri quadrati. La realizzazione di questo spazio dedicato agli amici a 4 zampe è stato reso possibile grazie alle somme stanziate all’interno del bilancio comunale da destinare alle azioni proposte da parte di cittadini e associazioni del territorio.  Il bilancio partecipativo, infatti, ormai da qualche anno permette l’impiego del 2% dei trasferimenti regionali di parte corrente ad azioni proposte dalla collettività.

Un’idea nata dall’associazione animalista licodiese “Porgi l’altra Zampa” e valutata positivamente dalla commissione che ha analizzato il progetto. In tempi brevi, dunque, anche i licodiesi possessori di cani potranno trascorrere liberamente e in sicurezza del proprio tempo libero insieme ai propri amici pelosi, senza incorrere nel rischio di imbattersi in branchi di cani randagi che spesse volte hanno creato non poca paura tra le vie cittadine. Sul terreno individuato, dopo un’azione di pulizia, sarà posizionata l’illuminazione, dei cestini per i rifiuti e per le deiezioni e delle panchine, con l’accesso aperto sia a cani di piccola che di grossa taglia. «Questo è un progetto che nasce dall’esigenza di tutelare anche i cani domestici, anche se il nostro operato riguarda i randagi» ha spiegato Anna Maria Puglisi dell’associazione “Porgi l’altra Zampa”. «Questa iniziativa insieme alle giornate di microchippatura gratutia mostra una nostra attenzione anche verso i cani dei privati, L’obbiettivo del nostro progetto è quello di far scorrazzare i cani liberamente in quest’area attrezzata a loro misura facendoli correre in sicurezza permettendo loro di socializzare anche con altri cani. Ci auguriamo nella responsabilizzazione di chi ne usufruirà, affinché possa essere mantenuta con decoro. Ci auguriamo che sia un progetto che possa realizzarsi al più presto e possa durare nel futuro. Per noi associazione è un motivo d’orgoglio perché siamo la prima associazione a proporre questo tipo di progetto».

Presente questa mattina anche il primo cittadino Salvatore Mastroianni che si è mostrato soddisfatto per l’iniziativa che a breve vedrà la luce. «L’amministrazione, tramite una commissione, ha scelto questo tipo di progetto perché pensiamo sia utile alla comunità, perché nella comunità ci sono parecchi cani adottati e di proprietà. Si procederà a fare un regolamento per capire come accedere all’area e come dovrà essere gestita. Noi ci aspettiamo che diventi un’area adatta ai cani dove poter trascorrere del tempo». Soddisfazione anche da parte della consigliera Mariella Spalletta promotrice dell’iniziativa.«Il progetto finalmente è stato approvato – ha spiegato la consigliera – e un ringraziamento speciale va anche all’associazione “Porgi l’altra zampa”. Questo progetto dimostra il fatto che la collaborazioni tra associazioni e comune può far raggiungere qualsiasi obbiettivo preposto dal cittadino. Invito quindi i cittadini a promuovere qualsiasi iniziativa che abbiano in mente perché il progetto dell’area di sgambamento per i cani è una dimostrazione di ciò. Sono entusiasta di questo obbiettivo raggiunto e si spera entro fine mese l’inizio dei lavori, perché sono stati affidati e prossimamente inaugureremo finalmente quest’area».

«È un grande passo avanti» ha commentato l’assessore comunale alle opere pubbliche Gabriele Gurgone «Un passo avanti anche dal punto di vista della civiltà di una comunità che rappresenta anche un segnale di crescita per tutta Licodia. Ringrazio l’associazione licodiese che ha presentato il progetto e che si è aggiudicata la quota prevista dalla legge per il bilancio partecipato e gli uffici nella persona dell’architetto Antonella Pappalardo. I lavori che ammontano a circa 8000 euro – affidati ad una ditta di Santa Maria di Licodia – partiranno nel più breve tempo possibile, restituiranno un’area funzionale che contiamo possa essere inaugurata entro il prossimo aprile».

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #2° trofeo città di Santa Maria di licodia #anna maria puglisi #cani #Gabriele Gurgone #mariella spalletta #porgi l'altra zampa #Salvatore Mastroianni #Ultime notizie