Presentato in Consiglio Comunale il programma svolto degli anni 2012 e 2013. Si tratta della prima relazione in 4 anni di amministrazione

Più che una relazione annuale come previsto dallo statuto regionale e dalla legge regionale n° 7/92, quella prodotta dalla pubblica assise del 14 Gennaio dal sindaco licodiese Salvatore Mastroianni, può essere considerata una relazione consuntiva pluriennale. Dopo lo slittamento avvenuto lo scorso 26 Novembre dovuto a problematiche di salute del primo cittadino, quest’ultimo ha chiesto di poter relazionare solamente gli anni 2012 e 2013 e di rimandare a prossima data la relazione dell’anno  2014 e 2015.

Finanziamenti per la riqualificazione di zone storiche, completamento nuova area cimiteriale, ripresa procedurale per la riapertura dell’asilo nido comunale, sono solo alcuni dei punti trattati in seno al consiglio comunale.

“I punti salienti – dice il primo cittadino – sono parecchi. Purtroppo il nostro comune è stato spunto di critiche soprattutto per  il dissesto. È stata un’arma micidiale per quanto riguarda la vita amministrativa, ma era un’arma doverosa perché in effetti la situazione che abbiamo trovata era disastrosa. Le relazioni annuali derivano soprattutto dalle attività svolte dagli uffici che normalmente a fine anno dovrebbero consegnare al protocollo. Questo non è stato fatto.  Solo dopo tre lettere dell’allora segretario Dott.ssa Grasso, finalmente hanno presentato queste relazioni ed io ho avuto la possibilità di formulare il programma svolto in questi due anni e mezzo”

Ad essere promotori della richiesta e ad aver vigilato  sul rispetto dei tempi di presentazione  delle relazioni è stato il gruppo d’opposizione “La Scelta”, che ha anche richiesto l’intervento dell’Assessorato Regionale alla Funzione Pubblica per garantire il rispetto  delle regole.

“Se non fosse stata per la nostra azione di sollecitare il Sindaco a rispettare un adempimento previsto non solo dallo statuto ma anche dalla legge, noi ad oggi, a quattro anni  di distanza dalle elezioni del Sindaco, non avremmo avuto nessuna relazione del Sindaco. È stato più volte necessario sollecitare e addirittura fare intervenire l’Assessorato che ha diffidato il Sindaco, il Presidente ed il Segretario al rispetto delle leggi e dello statuto. Finalmente si è arrivati ad una discussione che è comunque ancora vuota rispetto a quelli che sono i contenuti, perché sembrerebbe una vera e propria minestra riscaldata. Nei fatti non esiste nessuna aderenza a quello che era il programma presentato prima delle elezioni.”

La seduta è stata aggiornata al 18 Febbraio  per la discussione delle relazioni 2014 e 2015.

Print Friendly, PDF & Email