A perdere la vita l’infermiere Simone Cantarella e l’operatrice socio assistenziale Rosanna Bulla

Due morti e due feriti. Questo il bilancio definitivo del gravissimo incidente che si è verificato ieri intorno alle 15 a Santa Maria di Licodia sulla via Cavaliere Bosco. A perdere la vita nell’impatto due persone originarie di Adrano: Simone Cantarella, infermiere di 36 anni che viveva a Biancavilla, e Rosanna Bulla, operatrice socio assistenziale di 44 (sposata e mamma di due figli in giovanissima età), che rientravano a casa dal lavoro insieme a una terza collega, rimasta ferita. Tutti prestavano servizio presso la Comunità Terapeutica Assistita “Helios” di Gravina di Catania.
In via di ricostruzione la dinamica del terribile scontro frontale, affidata ai Carabinieri. Coinvolti una Fiat Grande Punto di colore bianco e una Fiat Panda di colore giallo. Da quanto accertato sino a questo momento, la Punto (che viaggiava in direzione Ragalna) avrebbe invaso l’opposta corsia di marcia nel momento in cui transitava la Panda diretta verso Santa Maria di Licodia.

Ad attivare immediatamente i soccorsi, dopo l’incidente, con una chiamata al Numero Unico delle Emergenze 112, sono stati i residenti della zona e alcuni automobilisti di passaggio che hanno fatto giungere sul posto due squadre dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Adrano e Paternò, i Carabinieri della Compagnia di Paternò e di Santa Maria di Licodia. La gravità della scena che si è presentata sin da subito agli occhi dei soccorritori giunti in ambulanza, ha fatto alzare in volo l’elisoccorso proveniente dall’ospedale Cannizzaro che è atterrato dopo pochi minuti in un terreno incolto adiacente il luogo dell’impatto. Cantarella e Bulla sedevano sui sedili anteriori dell’auto.
A rimanere feriti il conducente della Fiat Punto, un 34enne di Santa Maria di Licodia, e una donna di 33 anni – anche lei di Adrano – che si trovava sul sedile posteriore della Panda e che, come detto, era collega di Cantarella e Bulla.

Il 34enne è stato trasportato con un’ambulanza al Pronto Soccorso del “Garibaldi” centro, mentre la donna è stata condotta a bordo dell’elisoccorso al “Cannizzaro” di Catania. Per loro la prognosi è riservata.
Le salme di Simone Cantarella e Rosanna Bulla sono state riconsegnate in serata alle famiglie. A gestire il traffico, rimasto paralizzato per diverse ore, la Polizia Municipale di Santa Maria di Licodia. La casualità ha voluto che l’impatto si sia verificato a pochi metri di distanza da quello registratosi nella giornata precedente, nel quale una ragazza e un ragazzo a bordo di una Fiat 500 avevano terminato la loro corsa contro un muretto perimetrale in pietra lavica. Per fortuna i due hanno riportato solo lievi ferite medicate all’ospedale “Garibaldi” di Catania e al “Santissimo Salvatore” di Paternò.
Informalmente si apprende che il sindaco di Adrano, Angelo D’Agate, proclamerà il lutto cittadino nel giorno dei funerali delle vittime del’incidente.

Hashtags #Adrano #elisoccorso #feriti #in evidenza #incidente #mortale #morti #Santa Maria di Licodia #via cavaliere bosco #Vigili del Fuoco