Anche quest’anno, a calcare il palco della manifestazione, nomi illustri della cultura italiana

Un evento fortemente atteso, come ogni anno, quello del premio Torre d’Argento a Santa Maria di Licodia che quest’anno ha traguardato la sua trentesima edizione. Grande impegno e dedizione da parte del suo direttore artistico Giancarlo Santanocito che durante questo trentennio ha premiato, ai piedi della torre arabo-normanna, nomi di spicco come Franco Battiato, Lina Wertmuller, Mogol, Lando Buzzanga, Aldo Biscardi e tanti altri ancora. A calcare il palco dell’edizione 2019, sabato scorso, presentata come di consueto dalla giornalista Mary Sottile,  Sabrina Simoni musicista e Direttrice del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna,  Fabrizio Rocca giornalista e conduttore del programma “Borghi d’Italia” su Rai 1 e Michele Scandroglio vice presidente Assocontact e console della Repubblica di Bulgaria per la Liguria e Genova

Nelle scorse settimane era già stato premiato, in un anticipo della manifestazione, Sandro Barbagallo, curatore del reparto Collezioni Storiche dei Musei Vaticani e del Museo del tesoro Lateranense Vaticano che durante la serata di sabato non sarebbe stato presente per impegni lavorativi. Rinnovata anche la stima del paese nei confronti dell’Onorevole Enzo Trantino – cittadino onorario Licodiese – attraverso il dono di una targa ricordo. Durante la serata sono stati diversi i momenti musicali curati da musicisti locali.

Hashtags #giancarlo santanocito #Santa Maria di Licodia #torre d'argento #Ultime notizie #XXX torre d'argento