Sono stati due sub a individuare i resti del 22enne scomparso in mare insieme alla fidanzata e a un amico

È stato ritrovato questa sera a pochi metri dal braccio del porticciolo di Santa Maria la Scala, il corpo di Enrico Cardella, il 22enne inghiottito dal mare la sera di domenica 24 febbraio insieme alla fidanzata Margherita Quattrocchi, di 21 anni, e al 27enne Lorenzo D’Agata. A individuare il corpo del 22enne, incastrato fra due scogli, sono stati due sub. La tragedia si consumò intorno alle 18:30 dell’ultima domenica di febbraio. Secondo la ricostruzione dei fatti, e il racconto di un testimone, i tre amici erano a bordo di una Fiat Panda posteggiata sul molo del porticciolo di Santa Maria la Scala per guardare il mare mosso

Il terzetto venne sorpreso da due onde a distanza ravvicinata che trascinarono la vettura in mare. Uno dei tre ragazzi era all’esterno dell’auto. Il testimone, che assistette impotente alla tragedia, lanciò subito l’allarme. Nei giorni successivi vennero recuperati i corpi di Margherita e Lorenzo. Per Enrico ci son voluti ben 8 giorni. La famiglia ha anche lanciato un appello per la prosecuzione delle ricerche in mare, dopo l’annuncio della loro sospensione. Mobilitato anche il mondo dei sommozzatori, decisi a riportare a casa Enrico e riconsegnare la salma alla famiglia per una degna sepoltura. Questa sera il ritrovamento.

Hashtags #caduti in mare #enrico cardella #mare #santa maria la scala #Ultime notizie