Non si raggiunge il numero legale al primo e al secondo appello. I lavori slittano a domani

Nulla di fatto oggi in Consiglio comunale a Santa Maria di Licodia, ritrovatosi in aula per le tariffe Tari (rifiuti). Sia al primo che al secondo appello, rispettivamente chiamati alle 13 (presenti i consiglieri de “La Scelta” Contarino, Anile, Furnari, Nosotti) e alle 14 (presenti Anile e Furnari), non è stato raggiunto il numero legale. E così non è rimasto altro da fare che aggiornare i lavori a domai alle 13.

Durissimo il gruppo di opposizione “La Scelta” che ha diramato la seguente dichiarazione:
“Vergogna. Basterebbe soltanto una parola per descrivere quello che rappresentano i consiglieri di maggioranza ed in particolare il presidente del consiglio. Lo stesso che convoca il consiglio straordinario urgente, alle ore 13:00 con 24 ore di preavviso, accusando gli uffici del ritardo e arrivando così all’ultimo giorno disponibile per l’approvazione della TARI. Potremmo scrivere molto altro ma, per questi atteggiamenti meschini e irresponsabili per chi tanto predica bene, non sono necessari ulteriori commenti. Almeno il “ciarlatano” presidente del consiglio che parla di TSO doveva essere presente.
Vergogna”.

Gruppo “La Scelta”

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Consiglio Comunale #in evidenza #rifiuti #Santa Maria di Licodia #tari #tariffe