Nuova presa di posizioni di una delle due parti che si affrontano per il controllo della storica associazione di volontari per il patrimonio culturale siciliano

SiciliAntica regionale lacerata da una faida intestina che vede contrapporsi due fazioni che si autolegittimano e si delegittamano vicendevolmente. Chi sarà la vera SiciliAntica forse lo stabilirà soltanto un giudice, per intanto le due parti della storica associazione isolana di volontariato, impegnata da oltre vent’anni nella cultura e nella tutela dei beni culturali, si contrappongono a suon di comunicati e di carte bollate.
L’inizio delle ostilità con il recente rinnovo degli organismi regionali dell’associazione e la nomina alla presidenza di Alfonso Lo Cascio. Pronta la contromossa della parte fedele a Simona Modeo presidente, che sconfessa l’elezione. Ecco la nuova presa di posizione di Lo Cascio che rilancia con un nuovo comunicato di replica. Chi è la vera SiciliAntica? Ai giudici l’ardua sentenza. Di seguito la nota di Alfonso Lo Cascio.

In riferimento all’articolo pubblicato da Yvii24 dal titolo “SiciliAntica, false le elezioni regionali: presidente rimane Simona Modeo (rileggi l’articolo ndr)” bisogna precisare che le persone che scrivono e raccontano queste cose non ricoprono più nessuna carica e non sono legittimati, in quanto non risultano soci di SiciliAntica per l’anno 2017.
L’Assemblea che si è svolta a Palermo era composta dai Presidenti dei gruppi regolarmente iscritti all’Associazione, a norma dello Statuto. Inoltre queste persone sono diffidate dall’uso del nome e del logo di SiciliAntica e denunciate alle autorità competenti.
Presidenza Regionale SiciliAntica

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #alfonso lo cascio #in evidenza #Paternò #presidente #regionale #sicilia #siciliantica #simona modeo