Grande adesione per la petizione sul sito Chenge.org che nel giro di pochi giorni ha superato il primo traguardo delle 500 sottoscrizioni

Dopo la prima riunione tecnica del Comitato di cittadini che sta portando avanti la proposta del raddoppio di corsia della Strada statale 284, tenutasi lo scorso 19 aprile all’interno della sede della sezione biancavillese dell’Associazione Nazionale Carabinieri, si è dato il via in questi giorni alla raccolta delle firme di quanti vogliono sostenere l’iniziativa, attraverso la sottoscrizione di una petizione indirizzata al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, all’Assessore alle Infrastrutture e della Mobilità Marco Falcone e al presidente di Anas Spa.  Attraverso tale coinvolgimento popolare, scrive il comitato, “chiediamo il raddoppio delle corsie della ss284 al fine di adeguare questa infrastruttura rispetto al carico veicolare giornaliero e notturno”. Raddoppio che, laddove la proposta dovesse essere accolta dalle istituzioni, andrebbe ad interessare il tratto che va da Randazzo a Paternò.

L’iniziativa è scaturita da qualche settimana a seguito della nascita nel “mondo virtuale” di Facebook di due gruppi che sin da subito hanno raggruppato tantissimi aderenti – Comitato cittadino Pro-Raddoppio della strada statale 284 Paternò-Randazzo e SS 284 la strada della vergogna-trazzera assassina – ma che hanno sin da subito deciso di collaborare nel “mondo reale” per l’ottenimento di un risultato comune, mettendo a disposizione dei cittadini sia una petizione cartacea sottoscrivibile in diversi luoghi aperti al pubblico del territorio, sia una raccolta firme online attraverso il portale www.change.org (clicca qui per firmare la petizione). Petizione online che ha riscontrato grande successo sin dai primi momenti e che già nel giro di pochi giorni ha raggiunto e superato il primo step delle 500 sottoscrizioni.

“Una strada trafficatissima – scrive sulla pagina della petizione online, il promotore Benedetto Torrisi –  in tutte le ore del giorno e della notte. Una strada che unisce le economie dell’area pedemontana sud con quella metropolitana catanese. E’ utilizzata da circa da 150mila abitanti con un flusso giornaliero enorme. Basta fare una semplice rilevazione a campione in orari differenti del giorno e della notte, che ci si accorge di una incidenza del traffico veicolare altissima. Lo sviluppo delle economie produttive locali particolarmente presente nell’area metropolitana, costringe popolazioni intere del territorio pedemontano a spostarsi per necessità lavorative da nord verso sud del versante Etneo. Il transito di mezzi commerciali pesanti – come tir o camion – produce carovane di automobili costrette a procedere quasi a passo d’uomo. Il che invoglia gli automobilisti a sorpassare, spesso non un solo veicolo ma tre o quattro. Se dalle statistiche dei flussi passiamo alle statistiche sugli incidenti stradali inclusi quelli mortali, lo scenario diviene drammatico. Nell’ultimo decennio (2008-2018) solo nel tratto a corsie singole (tra Adrano e Paternò) si contano circa 350 incidenti e 60 morti”.

Alla luce di quanto descritto, pertanto, lo stesso comitato chiede alle istituzioni a cui è indirizzata la petizione che si attivino nel “voler predisporre tutte le iniziative volte a risolvere tale dramma sociale”, affinché si possa finalmente mettere in sicurezza questa trafficatissima arteria così da poter attenuare la lunga scia di sangue che nel corso degli anni è stato versato sull’asfalto dell’Occidentale Etnea.

I luoghi dove è possibile firmare la petizione cartacea

Misterbianco
Contact center Justone, via Milicia 10 e via George Marshall 10

Santa Maria di Licodia
Bar Seminara, via Vittorio Emanuele 87
Piscina Euphemius, via Aldo Moro 25

Biancavilla
Associazione Nazionale Carabinieri, piazza Don Bosco 1 (Sgriccio), tutti i giorni dalle 18.00 alle 20.00
Autoscuola Pappalardo, via Perugia 51, tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 20
Concessionaria A.B. Auto, viale dei fiori 196
Stucchificio Arte Casa, via dei Mandorli n 56, tutti i giorni dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 19
Casafaschion casalinghi, via Filippo Turati n.149c
SARA assicurazioni, via Vittorio Emanuele n.285
Campo Sportivo, via G. Matteotti snc

Adrano
Farmacia Mandragona, via A. Spampinato 35
Caffè Noir, via A. Spampinato
Palestra Eusoma, via A. Spampinato 21
Mail books, via B. Buozzi 21
Vivai Garden la pineta, via 4 novembre n.78
Victoria Sporting Club, via Catania n.18
C.M.R. Centro Medicina Riabilitativa, via Catania n.251

Bronte
Scout Agesci e d’Europa presso chiesa San Giuseppe Bronte
Cittadinanza Attiva, piazza L. Castiglione
Sede AIPA Bronte, via C. Colombo n.14

Maletto
Associazione Foglia Etnea Maletto, via Margherita 1

Hashtags #carreggiata #cittadini #comitato #in evidenza #raccolta firme #raddoppio #ss 284 #statale 284