Persone in strada nei paesi vicini all’epicentro. La scossa tra le più forti di questo lungo sciame

Una forte scossa di terremoto si è registrata alle 3:19 di questa notte nella provincia di Catania. Il terremoto ha avuto epicentro a 2 chilometri a nord di Viagrande, con una magnitudo 4.8 ed una profondità di un chilometro.  Il sisma è stato percepito nettamente da quasi tutta la popolazione del catanese ed anche da gran parte della popolazione del siracusano. Si registrerebbe qualche danno nell’acese. Caduta al suolo la statua in pietra della Madonna sul frontone della parrocchia S. Cuore a Santa Venerina. Seri danni anche alcune abitazioni a Lavinaio, Fleri, Zafferana e Santa Venerina.  Sono in corso sul territorio le verifiche da parte dei Vigili del Fuoco.

Boris Behncke dell’INGV di Catania commenta così su Facebook l’evento sismico: “qui abbiamo a che fare con la risposta del fianco della montagna ai cambiamenti di stress dovuti alla spinta del magma delle ultime 36 ore, terremoto molto tipico di quella zona (ricordiamo Fleri 1984, Santa Venerina 2002), sempre molto superficiali.”