I militari dell’Arma hanno messo fine agli atti illeciti, grazie alle continue lamentele dei cittadini che segnalavano continui roghi in contrada Erbe Bianche

I Carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno arrestato il 59enne Alfredo Cardillo, ritenuto responsabile di attività di gestione di rifiuti non autorizzata e combustione illecita di rifiuti. I militari in particolare, da tempo avevano ricevuto numerose lamentele di cittadini che riferivano loro di continui roghi in Contrada Erbe Bianche, appiccati per la distruzione di rifiuti speciali. Nella giornata di ieri, nel corso di un servizio di perlustrazione del territorio, hanno effettivamente individuato una densa colonna di fumo provenire da quella zona e, pertanto, si sono diretti in quella direzione per verificarne la causa.

Giunti sul posto i militari hanno constatato che l’uomo, proprio nei pressi della propria abitazione, aveva trasformato un’area in una vera e propria discarica di rifiuti speciali di vario genere tra i quali elettrodomestici, parti di autovetture, bombole di Gpl ed anche residui di eternit. Come se non bastasse, i militari hanno dovuto chiedere anche l’ausilio dei vigili del fuoco perché l’uomo, senza alcun rispetto per l’ambiente, stava distruggendo una catasta di gomme per autovettura al fine di estrarne il materiale ferroso, con il grave rischio di propagazione delle fiamme nel terreno circostante ricoperto di sterpaglie. L’uomo, espletate le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #arresti #carabinieri #Ultime notizie