I malviventi hanno sfondato la porta d’ingresso con un’auto risultata rubata. Salvo un bobcat

Furto, nella notte, intorna alle tre, ai danni dell’Associazione di volontariato “Protezione Civile Biancavilla” che ha la sede all’inizio di via dei Peloritani, nei pressi del cimitero biancavillese, nei locali che furono dell’Archivio storico e, ancor prima, della nettezza urbana comunale. I ladri hanno utilizzato una Fiat Uno, risultata rubata e poi lasciata sul posto, come ariete per sfondare la porta d’ingresso. Una volta dentro hanno sottratto attrezzatura varia che l’associazione usava nello svolgimento della propria attività, motosega, flex, trapano, avvitatore ed altro. Dalla rimessa sono stati rubati anche due quad (fuoristrada quadriciclo utilizzati in zone sterrate), mentre i malviventi non sono riusciti nell’impresa di portare via un bobcat (un piccolo escavatore), ritrovato  con il motore acceso.

I malviventi hanno portato via l’attrezzatura di videosorveglianza per non lasciare alcuna traccia visiva. Da una prima stima, il valore complessivo del furto ammonterebbe a circa 15 mila Euro.
Ad avvisare i carabinieri che vi erano strani movimenti all’interno di locali dell’associazione, è stata una pattuglia di vigilantes nel normale giro di perlustrazione. I militari della stazione biancavillese hanno subito avvertito il Presidente Carmelo Amato.

VAI ALLA NOTIZIA COMPLETA CON INTERVISTA AL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE CARMELO AMATO

 

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Biancavilla #furto #protezione civile