Avrebbero perso il sentiero principale nei pressi di Monte Nero sul versante di Liguaglossa, a causa del maltempo

Dopo il turista francese disperso nel tardo pomeriggio di ieri sull’Etna, una nuova richiesta di soccorso è scattata intorno alle 14:30 di oggi proveniente da due persone si trovava sul vulcano più alto d’Europa. Secondo le prime sommarie informazioni sembrerebbe che un uomo insieme a sua figlia avrebbero perso l’orientamento nei pressi di Monte Nero, a circa 2000 metri di quota, sul versante di Linguaglossa, probabilmente a causa del maltempo che ha colpito la zona. Smarrito il sentiero Monte Nero delle Concazze, che riconduce al parcheggio di Piano Provenzana, hanno richiesto aiuto al numero unico per le emergenze 112.

Attivata subito la macchina dei soccorsi per ritrovare i due, sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Randazzo, i colleghi volontari di Linguaglossa, ed il soccorso alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi. Decisivo per il ritrovamento, l’intervento dell’elicottero dei Vigili del Fuoco che si è alzato in volo e che ha individuato nella sciare padre e figlia. Tranne la tanta paura, entrambi gli escursionisti sono in buone condizioni di salute e sono stati ricondotti al parcheggio di piano Provenzana con il mezzo aereo che ha provveduto a recuperarli.