Ennesimo atto doloso nei confronti dell’associazione di volontariato paternese

L’Associazione Pubblica Assistenza di Paternò è stata presa nuovamente di mira dai malviventi. Un numero imprecisato di persone, infatti, dopo essersi introdotti all’interno della sede operativa di via Giovanni Verga tramite il cancello principale e poi attraverso una finestra – durante una delle scorse notti – hanno fatto razzia di diversa strumentazione tecnica di proprietà della Pubblica Assistenza paternese, utile a fronteggiare situazioni di calamità naturali o emergenze locali.

Secondo una prima stima dei danni, i ladri hanno portato via un gruppo elettrogeno, un impianto di amplificazione, diversi faretti per l’illuminazione dei campi base di protezione civile, un quadro elettrico con annessa cavetteria in rame e dei condizionatori d’aria. Rubati anche diversi chilogrammi di pasta che sarebbero dovuti andare ai cittadini paternesi più bisognosi. Fortunatamente non era ancora stato effettuato il carico mensile di cibo per la successiva ridistribuzione ai poveri. L’associazione, oltre ad occuparsi di assistenza sanitaria e protezione civile, ricordiamo, gestisce anche un banco alimentare che si occupa della distribuzione di cibo proveniente dalla comunità europea.

L’associazione paternese guidata dal suo presidente Salvo Pappalardo non è estranea a simile devastazione. L’ultimo atto vandalico da parte di ignoti era stato registrato nel mese di dicembre scorso, quando  qualcuno si era introdotto nella struttura prendendo di mira un autocarro e alcuni contenitori in polistirolo destinati al banco alimentare.  Sempre nel mese di novembre del 2018 un altro atto vandalico aveva danneggiato il telone dell’autocarro e altri contenitori termici. Sul furto degli scorsi giorni stanno indagando i Carabinieri della locale compagnia.

Hashtags #apas #furto #Paternò #salvo pappalardo #Ultime notizie