Ad incastrare i due sono state le immagini dei circuiti di videosorveglianza presenti in zona

Due persone,  sono state arrestate a Paternò, in concorso tra loro, per due tentate rapine avvenute nello scorso mese di agosto ai danni dell’esercizio commerciale “Oro e Argento”, di via Vittorio Emanuele, e ai danni di un’anziana donna . Si tratta di Consolato Emanuele Pedalino, di 26 anni, e del sorvegliato speciale Salvatore Davide Serrano, di 35. Ad eseguire le ordinanze di custodia cautelare, emesse dalla Procura della Repubblica di Catania, sono stati i Carabinieri della Compagnia e della Stazione di Paternò

Secondo quanto emerso nel corso delle indagini, Pedalino e Serrano si sarebbero presentati nella rivendita di preziosi con uno scooter e col volto coperto. Uno dei due ha atteso all’esterno  del negozio con una pistola in mano, mentre l’altro ha tentato di fracassare i vetri blindati con una mazza, per asportare i preziosi. Ma il tentativo non è andato a buon fine e i due si sono subito allontanati a bordo della moto. A riprendere la tentata rapina e il tragitto compiuto, favorendo il riconoscimento, sono state le immagini del circuito di videosorveglianza dell’esercizio commerciale e di altri circuiti presenti nel tragitto di fuga compiuto dai malviventi.

Qualche giorno dopo, i due avrebbero preso di mira una donna, di oltre 65 anni, alla quale hanno tentato di strappare una collanina. Il maldestro tentativo di scippo ha provocato la caduta della signora, che ha riportato un “trauma cranico non commotivo al collo, susseguente ad aggressione”.
Le indagini continuano per far luce sulle responsabilità dei due rapinatori su altri 4 fatti avvenuti a Paternò, nei mesi successivi, con le stesse modalità. Per Pedalino e Serrano si sono schiuse le porte del carcere catanese di piazza Lanza.

Hashtags #arresto #carabinieri #Paternò #rapina #rapinatori #Ultime notizie